english español français nederlands português italiano
International Federation for Spina Bifida and Hydrocephalus
home cerca sitemap contatti disclaimer
International Federation for Spina Bifida and Hydrocephalus - Homepage

Introduzione

Gestione della continenza

Allergie al lattice

Lesioni da decubito

Mobilità

Informazioni per chi diventa genitore

Vivere con SB: testimonianze

Opuscoli per adolescenti con Spina Bifida

 

Spina Bifida

Prevenzione di difetti del tubo neurale

L’acido folico (Vitamina B9) è un supplemento semplice, poco costoso che riduce l’incidenza di difetti del tubo neurale sul feto, se preso dalle donne prima del concepimento e per i primi tre mesi di gravidanza. Il consumo raccomandato è di 0.6mg al giorno, ma siccome un regime alimentare normale non può fornire questo livello di acido folico, una dose extra di 0.4mg al giorno è necessaria.
 
Supplemento di vitamina per prevenire i difetti del tubo neurale
 
Introduzione
Una delle prime parti del corpo che si sviluppa è il sistema nervoso centrale. Il tubo neurale, dal quale si sviluppa il midollo spinale e il cervello, si forma nei primi 25 giorni di gravidanza. La spina bifida è causata dal fallimento del tubo neurale a svilupparsi correttamente, da qui l’uso del termine “difetti del tubo neurale”. Difetti legati sono: l’ancefalia (l’assenza del cervello) e l’encefalocele (una malformazione del cervello e del cranio).
 
Perché questo tubo neurale non si sviluppa correttamente?
Le cause non sono ancora conosciute, ma si ritiene che siano legate sia alla genetica sia a fattori ambientali. Se una coppia ha già avuto un bambino affetto, il rischio di riapparizione in un’altra gravidanza è calcolato di 1 su 35 circa.
 
Che cosa la ricerca ha dimostrato?
La ricerca sull’aggiunta di acido folico (vitamina B9) alla dieta ha dimostrato, definitivamente, che le donne, che hanno già avuto una gravidanza affetta da un difetto del tubo neurale, possono ridurre le loro possibilità di avere una seconda gravidanza affetta fino al 72%.
Nell’Aprile del 1983, il Consiglio Medico di Ricerca ha iniziato un esperimento clinico sull’acido folico e su altri supplementi di vitamine nella prevenzione di difetti del tubo neurale. Questo esperimento è stato condotto su 33 centri in sette paesi e i risultati sono stati annunciati nel Luglio del 1991. La dose data alle donne di acido folico è stata di 4mg al giorno.
Le donne recrutate per l’esperimento e ciascun bambino nato durante l’esperimento sono stati controllati per possibili effetti contrari. I bambini sono stati monitorati fino al loro terzo compleanno. Finora, nessun effetto causato dai supplementi di acido folico è stato rilevato sia nelle madri sia nei loro bambini.
 
Che cosa significa questo in pratica?
Questi risultati mostrano che, attraverso l’assunzione giornaliera di un supplemento di acido folico, una donna può ridurre il rischio di avere un’altra gravidanza affetta da un difetto del tubo neurale. Tra le donne ritenute di essere ad alto rischio di avere una gravidanza con un difetto del tubo neurale sono incluse quelle che hanno avuto precedentemente gravidanze affette, quelle che hanno esse stesse un difetto del tubo neurale (NTD), quelle che hanno una storia famigliare di NTD o quelle dove il partner ha una storia famigliare di NTD.
Le donne nei gruppi ad alto rischio dovrebbero prendere 5mg di pastiglie di acido folico al giorno, almeno un mese prima del concepimento e dopo durante le prime 12 settimane di gravidanza. Queste pastiglie di 5mg devono essere ottenute su prescrizione da un medico. Al momento, le sole pastiglie disponibili su prescrizione contengono 5mg di acido folico e sono prescritte nel Regno Unito.  Alcuni dubbi restano riguardo questa dose, infatti esso è di 1mg più grande della dose usata nell’esperimento del Consiglio Medico di Ricerca. Il Direttore medico del Consiglio dice che 5mg saranno sostituiti da una pastiglia di 4mg non appena questa dose sarà disponibile.
Anche le donne che, non sono state identificate in un gruppo ad alto rischio, possono trarre benefici dall’assunzione di pastiglie di acido folico. Queste sono disponibili in quantità di 0.4mg e si possono trovare nelle farmacie e nei negozi di cibi sani. Ripetiamo di nuovo che, queste dovrebbero essere prese almeno un mese prima del concepimento e fino alla fine delle prime 12 settimane di gravidanza. Le donne provenienti da famiglie, dove ci sono stati casi di spina bifida tra i parenti, dovrebbero chiedere una terapia genetica. In questi casi, esse dovrebbero domandare ai loro dottori di poter consultare un consulente genetico. ASBAH ha un foglio informativo su questo argomento che è disponibile gratuitamente.
 
Una sana alimentazione ti può aiutare 
Molti studi hanno dimostrato che l’alimentazione è un fattore che contribuisce alla salute del feto e sarebbe prudente per le donne, che pianificano di avere una gravidanza, di assicurarsi che il loro regime alimentare sia rafforzato con cibi dove l’acido folico è naturalmente presente. Questi includono orzo, fagioli stufati, lievito di birra, indivia, ceci, ortaggi con foglie verdi, lenticchie, succo di arancia, arance, piselli, riso, fagioli di soia, piselli secchi, germogli, frumento e germe di grano. Gli ortaggi dovrebbero essere cucinati leggermente, visto che la bollitura distrugge il loro contenuto vitaminico. Si consiglia di mangiare fegato tenendo conto che il fegato contiene concentrazioni di vitamina A che, quando è aggiunta alla vitamina A di altri cibi, può causare danno al bambino che deve nascere.
Alcune sostanze possono influenzare l’assorbimento dell’acido folico cosi, se prendi qualsiasi medicina, devi tenere conto di questa eventualità con il tuo medico.
Se assumi farmaci anti-convulsivi, dovresti consultare il tuo neurologo prima di assumere l’acido folico, poiché l’acido folico e alcuni anti-convulsivi possono essere antagonisti. I supplementi di acido folico devono essere presi prima del concepimento per ridurre il rischio di ricorrenti difetti del tubo neurale. Essi non garantiranno, comunque, l’eliminazione dei difetti del tubo neurale, come la spina bifida. ASBAH resta impegnata a sostenere la ricerca sulle cause dei difetti del tubo neurale, dei loro effetti sulla vita delle persone e continua a sostenere molte migliaia di persone con la spina bifida e le loro famiglie.

iscriversi alla nostra newsletter

 

 

IF Neurosurgery

Flour Fortification Initiative

Council of Europe

Include Everybody

European Year of Intercultural Dialogue

IFSBH Annual Report 2007

Global Partnership for Disability and Development

Folsaeure

International Disability and Development Consortium